Dante Saglienn’ ro Priatorio

DANTE..SAGLIENN’ RO PRIATORIOMariana Velotti ha scritto:

Una intelligente rivisitazione del viaggio dantesco in chiave partenopea, scritta da Fiorella Federici.
Gli spettatori-attori, che come anime del Purgatorio, accompagneranno il sommo poeta nella sua ascesa al Paradiso, sapranno cogliere profondi spunti di riflessione sulla loro città, unica al mondo. Il risultato è quello di una commedia esilarante, ma dolceamara. Come dolceamara è Napoli, da sempre “croce e delizia”, realtà ricca di contraddizioni, nella quale Inferno e Paradiso convivono (e talora coincidono) da 27 secoli..
La vicenda si svolgerà, inoltre, lungo la scala elicoidale di Palazzo De Liguoro-Santoro. Un luogo decisamente suggestivo, vera chicca dell’architettura partenopea..
Gli attori della compagnia “ A tambur battente” sono davvero molto bravi; gli ospiti, cortesi e l’organizzatore, impeccabile.
Non svelo altro.. io ero presente alla “prima” e vi garantisco che merita!
Fateci un pensierino!

________________________________________________

DANTE..SAGLIENN’ RO PRIATORIOAchab E’ Qui ha scritto:
Napoli, la città ideata orizzontale dai greci e verticalizzata dagli spagnoli, la città dei grattacieli e dei viaggiatori che l’attraversavano con il naso all’insù, la città che seppur abitata da diavoli resta pur sempre un paradiso.
E con questa allegoria che partendo dal suo essere orizzontale e peccatrice se ne verticalizzano le virtù in un percorso elicoidale scavato da quel purgatorio. Un percorso difficile e che giunto alla sommità ed ad un passo dal suo paradiso ristabilisce la distanza…l’anima o priatorio non varca quella soglia…resta confinata, consapevole, nella sua orizzontalità. Ed ecco che nuovamente vince la voglia di essere e di esistere, ed il paradiso concretizza esso stesso in caffè, cantuccini e convivio, rispettoso e cordiale.
Un ringraziamento a Celanapoli Carlo Leggieri un ringraziamento alla compagnia A TAMBUR BATTENTE” DI COSIMO ALBERTI e poi il testo di Fiorella Federici, la sagacia interpretativa di Nancy fontanella e lo splendido finale regalatoci dalle sonorità della Tammorra di Nando Caiazza.

t o n i n o l i g u o r i © Achab È Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *